Labyrinth

23 05 2008

Il titolo di una canzone di Elisa che adoro, che amo canticchiare di tanto in tanto…

Ma anche metafora di un dedalo di sensazioni ed emozioni che  mi lasciano (ancora) interdetta e al tempo stesso mi accompagnano come una calda coperta. Si fa subito ad abituarsi al meglio, alle attenzioni, sempre preziose, una costante gradevole cui ormai non potrei rinunciare più.

Il labirinto è il mio cervello, pista di atterraggio di pensieri che corrono in avanti, forse troppo, tornano indietro, fanno due passi in obliquo. Tre ore al telefono in una sola giornata potrebbero procurare danni alle mie già esauste cellule cerebrali… ed infatti ormai il sorriso ebete non mi abbandona mai.

Dopo scarso un mese voglio una casa, voglio Diego, voglio lo sbrillocco ed una vita core a core.

Dopo scarso un mese penso che ognuno di noi una casa già ce l’ha, che forse Diego sta arrivando, e che in realtà lo sbrillocco non serve, perchè a me basta il cuore.

 

Annunci

Azioni

Informazione

One response

26 05 2008
Igor

bella canzone! beh per descrivere il tuo stato d’animo potrebbe andar bene anche “confusa e felice” di carmen consoli 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: