Quel posto che non c’è..

4 07 2008

Ok, mi piacciono i Negramaro (si era capito) J

Ma come si fa a non amare le loro poesie, le melodie che sembrano fatte apposta per raccontare sensazioni, impressioni, stati d’animo…. oggi mi sento molto propensa per “Quel posto che non c’è”:

…”mani dentro mani e prova a stringere
tutto quello che non trovi
negli altri ma in me
quasi per magia
sembra riaffiorare tra le dita mie
Potessi trattenere il fiato prima di parlare
avessi le parole quelle giuste per poterti raccontare
qualcosa che di me poi non somigli a te
Potessi trattenere il fiato prima di pensare
avessi le parole quelle grandi
per poterti circondare
di quello che di me
bellezza in fondo poi non è
Bocca dentro bocca e non chiederti perché
tutto poi ritorna
in quel posto che non c’è dove per magia
tu respiri dalla stessa pancia mia
Potresti raccontarmi un gusto nuovo per mangiare i giorni
avresti la certezza che di me in fondo poi ti vuoi fidare
quel posto che non c’è
ha ingoiato tutti tranne me”…
Sono pateticamente innamorata; mi sento una 15enne che al suo primo amore inizia a scrivere poesie, collezionare metafore fatte di luna e stelle, che vive con gli occhi eternamente puntati al telefono per vedere se si illumina per una chiamata in entrata….
Ebbene sì: sono proprio io, solo che alla veneranda età di 30 anni tutto questo mi fa sorridere… però vivo, vivo, vivo! E lo faccio pienamente e senza rimorsi.
Al tempo stesso all’orizzonte si profilano cambiamenti e passaggi epocali talmente grandi che se fossi sola ne rimarrei sicuramente schiacciata.
Invece mi guardo dietro e ci sta lui che essendo più alto di me sopporta un carico maggiore, e non se ne lamenta.
Io lo ammiro, adoro il suo carattere e la sua forza, e rimango ogni volta di più stupita dei sacrifici che fa per me….  e la stima e la fiducia – che secondo me sono la base stessa dell’amore – crescono a dismisura. Del resto non mi era mai capitato di amare e di essere riamata nella stessa maniera. Troppo spesso la mia congenita mancanza di fiducia portava a situazioni squilibrate in cui mi era dato troppo amore da persone che alla fine ho allontanato perché non le stimavo abbastanza!
I miei amici mi accusano di essere precipitosa, di non riuscire a godermi il momento perché proietto troppo in avanti i miei desideri. In parte è vero, ma è più forte di me! Ho trovato finalmente qualcuno con cui sto bene sempre, qualsiasi cosa facciamo.. che mi fa ridere, mi fa piangere di gioia, mi fa tremare, mi rassicura, che mi ha regalato un paio di ali da attaccare alla mia testa (sempre per citare i Negramaro)…..

Quando parliamo della mia casa, non posso fare a meno di immaginarla nostra, colorata di quei piccoli gesti quotidiani di una vita insieme. Io che borbotto raccogliendo i suoi calzini, lui che appende un quadro, noi che ci sediamo sul divano la sera per raccontarci le nostre giornate… oppure per rimanere in silenzio, semplicemente abbracciati.

Sogni, sogni…. Deliri di una visionaria oppure futuro prossimo? La casa è in costruzione, ma noi già stiamo edificando, mattone dopo mattone, il nostro “posto che non c’è”… o meglio che in realtà c’è anche adesso, quando ci guardiamo negli occhi e…. ci siamo capiti J

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Azioni

Informazione

One response

8 07 2008
il leone

IO POSSO SOLO SPERARE IN UNA COSA, CHE IL TUO FUTURO SIA SERENO PICCOLO FIORE, I TUOI SOGNI VANNO VISSUTI AD OCCHI APERTI, LI MERITI TUTTI. PER OGNI COSA, OGNI NECESSITà IO… CI SARò SEMPRE.
IL LEONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: