Estate

15 07 2008

Oggi non è propriamente un giorno estivo, il cielo ogni tanto si copre di nuvole grigie e l’aria è finalmente respirabile…. sembra quasi di stare agli ultimi giorni di agosto, quando si scatenano dei temporali bellissimi che da piccola mi piaceva osservare dal terrazzo di casa mia. Vento, fulmini e pioggia battente che sconvolgevano l’orizzonte e segnavano comunque un passaggio, verso l’autunno, verso l’inizio di un nuovo anno, scolastico, lavorativo….

L’estate è questa, un momento torrido sospeso tra i nuovi fiori e le foglie d’oro, e di lei parlano le spiagge popolate di bagnanti e bambini alle prese con improbabili castelli di sabbia, gli stabilimenti in riva al mare in cui tirare tardi fino all’alba, i coni gelato che sgocciolano dalle mani di grandi e piccini, il mio amato mojito…..

Ma anche le code per trovare un parcheggio, le code per cenare all’aperto, le code per entrare nei locali, la sensazione che la tua città non sia più solo tua, ma spersonalizzata dall’invasione di turisti che arrivano, usano, sporcano e vanno via.

Sarà che adesso sono adulta e che capisco di più… Sarà che negli ultimi anni, complici D’Alema e la febbre della Taranta, il mio bel Salento è diventata meta di orde di vip, punkabbestia e fighetti rivestiti… Sarà che avrei voluto programmare le mie vacanze in modo diverso, ed invece mi troverò ad agosto a contendere un pezzettino della “mia” spiaggia…..

Ma le estati che mi resteranno nel cuore sono quelle che vivevo da bambina, quando noi tutti cugini venivamo caricati nella 500 rosso fuoco di mia zia, e si partiva alla volta del mare, e le giornate volavano tra mille giochi, bagni, corse sulle dune e riposini nella pineta. Quelle estati che sapevano di anguria messa in fresco in una buca sotto il bagnasciuga, di friselle con il pomodoro ammollate direttamente in acqua, di sabbia nei capelli e tra i denti…

Tre mesi di baldoria che i temporali di fine agosto sciacquavano via, lasciando dei ricordi indelebili di sole e di sale.

Oggi è il 15 luglio, il tempo è così così, e dal mio desk riesco ad immaginare solo settembre.

L’estate, quella vera, è scoppiata solo nei miei pensieri.

Annunci

Azioni

Informazione

3 responses

15 07 2008
Igor

uhm…sento una nota di malinconia nelle tue parole…oggi in effetti la temperatura si è molto abbassata, sembra una giornata di settembre. bello il tuo ricordo di quelle estati…mi pare di sentire quella canzone di Vasco, “gli angeli”…anche a me succede, e non so perchè i ricordi più belli per me si concentrano fino a 20-25 anni…chissà perchè forse si cresce e si capiscono tante cose…bah mi fermo altimenti ti immalinconisco ancor di più 😉

17 07 2008
IL LEONE

ESTATE CHE BELLA! MA CHE CALDO CHE FA….
VOGLIO PARTIRE….E STARE A PANZA ALL’ARIA X 5 GIORNI.

18 07 2008
livyxb

@igor: i ricordi appartengono al passato, le emozioni al presente e le speranze al futuro 🙂

@il leone: tra 2 settimane ci staremo… e ci potremo svegliare tutte le mattine vicini!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: