Capitomboli

11 09 2008

Poco fa, mentre tornavo in ufficio, causa tacco 10 e la testa per aria, sono inciampata e sono finita faccia a terra. Mi sono prontamente rialzata con gesto felino, ma la figuraccia ormai era compiuta ed il mio mento ora duole in maniera impressionante.

Degno epilogo di un periodo un po’ così. Spesso quando si è troppo felici si tende ad isolarsi nella propria nuvoletta rosa dimenticando di dare uno sguardo fuori dalla finestra.

Invece io, fedele al mio credo razional-pessimista – e a dire che chi mi conosce mi giudica una ragazza solare… mah!!-, in questi giorni sto accumulando da spettatrice tanti e tali episodi tristi che mi lasciano turbata, mi tolgono il sonno e mi hanno portata ad interrogarmi sull’utilità di qualsiasi forma di resistenza armata.

La vita non è una nostra scelta. Altri hanno deciso di darcela e noi, volenti o nolenti, dobbiamo andare avanti. Sta a noi però discriminare cosa è giusto e cosa no, quali sono i valori secondo cui affrontare questo viaggio periglioso… finchè Dio (o noi stessi) decidiamo che il nostro destino è compiuto e che possiamo passare in un’altra forma dell’esistenza.

Sono due le cose che io reputo che nella mia vita non potranno mai mancare: libertà e rispetto.

Libertà di scegliere, di fare i propri errori, libertà di amare, giore, disperarsi, libertà di stare in silenzio e di cantare.

Rispetto per gli altri, ma soprattutto per se stessi, da non perdere mai, neppure nelle situazioni più drammatiche.

Ora vivo una fase bella della mia vita, grazie a te Marco, che sei il mio punto fermo in una miriade di sollecitazioni che non sempre colgo perchè non voglio cogliere: la famiglia lontana, l’incertezza lavorativa, il mutuo da sottoscrivere, l’ansia di stare vivendo cose molto più grandi di me. Eppure tu sei lì sempre a darmi così tanta forza… che spesso i problemi sembrano insormontabili solo se ne sto qui a parlare. E allora dò valore alle piccole cose, ad un gelato, ad un alito di vento, a tutto quello che di bello c’è al mondo. Che da quando ci sei tu è sempre più meraviglioso, sempre più ricco di promesse e di prospettive, un hyperlink di sensazioni da scoprire ogni giorno. Grazie piccolo grande amore mio. 

Tutto sommato, serve ogni tanto un capitombolo per rialzarti, seppur dolorante, e capire che basta un attimo, una piccola disattenzione, a cambiare il corso degli eventi. E quindi smetterla con le lamentazioni, e cominciare a capire quanto si è fortunati, nonostante i contrattempi quotidiani, a poter ancora vivere, e amare.

Comunque il mento mi fa male ancora.

Annunci

Azioni

Informazione

3 responses

17 09 2008
Irish Coffee

diciamo che serve per farci capire che siamo esseri umani soprattutto vivi 🙂
per la figura non ti curar, oggi a te domani a me…sicuro
belle le tue idee della vita, mio papà mi diceva sempre….onestà e sincerità…
con queste basi arrivi ovunque..
aveva ragione, l’ho scoperto negli anni…
una vita che merita di essere vissuta 😀

17 09 2008
livyxb

Grazie Irish.. in questi tempi incerti credo che solo se si vive all’insegna di valori “veri” si può portare avanti la baracca… dignitosamente!! Benvenuta!! 🙂

14 07 2009
Presidente di Bananas Republik

bel post e ricco di considerazioni che condivido.
non preoccuparti della “figuraccia”: tutti cadiamo, a tutti in qualche modo duole il mento (o..il cuore).

“Solo se si vive all’insegna di valori “veri” si può portare avanti la baracca”

ASSOLUTAMENTE VERO!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: