Traslochi-AMO

25 08 2009

Quanto mi piace giocare con le parole… scoprire doppi, tripli significati anche nel lemma più innocuo e banale. Avrei dovuto fare la filologa, io. Non per niente sapete qual è stata la mia lettura da spiaggia? “Psicopatologia della vita quotidiana” di Freud. I miei vicini di ombrellone, nonostante la temperatura equatoriale, rabbrividivano. Ed ora il mio libro è tutto sporco di unguento superabbronzante con sbrilluccichi annessi. Topa da biblioteca, ma pur sempre topa.

Comunque, torniamo al titolo del post. Questa sera comincerà il biblico trasloco. Progettato, diretto ed effettuato dal mio uomo (santo! santo subito!!), con il supporto morale di due amici un po’ gracilini ma abbastanza forzuti.

Ora, non chiedetemi perchè l’allegra combriccola abbia deciso di dare fuoco alle polveri un martedì di fine agosto alle 20.30. Non me lo spiego. Forse perchè la sera fa meno caldo. Oppure perchè la ciclopica impresa sarà ripagata da una delle superlative spaghettate al tonno di mezzanotte della sottoscritta.

In ogni caso, si inizia. In pochi giorni saluterò la casa che mi ha ospitato per 6 anni, dove sono nate bellissime amicizie e acerrimi odii, la stanza che ha visto tanti (tanti?!) amori iniziare e finire, il lettino in cui era così bello dormire vicini vicini, la vasca in cui mi sono allungata per voluttuosi bagni pieni di schiuma.

Vado lì, nel luogo della mia fantasia, cercato, immaginato, realizzato con sacrificio. Dove non c’è più il letto singolo, ma un letto da Madama Dorè, in cui manca la vasca, ma troneggia una doccia hi-tech con soffitto di led azzurrini…. Dove sarò finalmente una donna, e non più solo una coinquilina.

E da oggi, finalmente, la mia casa non esisterà più solo nei miei pensieri. Ho fatto in modo che ogni camera esprimesse un lato di me: la sala con angolo cottura, l’essenzialità nei due non colori (bianco e nero). Il bagno, la ruvidezza e la trasparenza. La cameretta, il rosso della curiosità e dei miei viaggi. La camera, il viola dell’intimità e della riflessione.
E’ mia. E parla di me.

Uno sperticato grazie a chi ha saputo dare corpo e sostanza ai miei desideri, inizialmente confusi e sbiaditi: ai miei genitori, in primis, alla mia migliore amica archi-tetta, al mio arredatore di fiducia, ovvero il mio uomo. Che adoro sempre più, soprattutto perchè…. traslochi-AMO 🙂

 

AGGIORNAMENTO DEL 27.08.2009

Considerate che in quella casa ho vissuto per anni, ed avevo accumulato una quantità di roba tale che ne ho preso coscienza solo quando l’ho tirata fuori dalla sua location abituale. E lì mi sono sentita male.

I miei prodi sono arrivati verso le 20.15, il tempo di bere qualcosa, salutare e giocare un po’ con il bambino che teneramente voleva aiutare anche lui, e loro avevano già portato giù tutto.

Poi sono andata a comprare le pizze, e, giro mezz’ora, una volta arrivata in cantiere non mi è rimasto altro da fare che constatare che avevano finito. F-I-N-I-T-O. La mia marea di cose era stata già scaricata dal furgone, portata su – 3 piani a piedi – e sistemata nelle stanze.

Una roba da non crederci. Io non ho alzato neppure una busta. Grazie ragazzi, fantastici, insostituibili compagni di avventura, mi avete fatto sentire una principessa 🙂

Alle 22.15 ero di nuovo nella mia vecchia casa, nella mia cameretta ormai vuota, e squallida. Parlavo al telefono e le parole rimbombavano.

Mi ha fatto tristezza, mi ha dato un senso di estraneità. Beh, è proprio tempo di migrare……

Annunci

Azioni

Informazione

16 responses

25 08 2009
Diemme

Beh, mi sono commossa. Forse per i gusti in fatto di arredamento siamo un po’ diverse, ma uguali nei sogni. I tuoi si stanno realizzando, e ammetto una punta d’invidia, nel senso più benevolo, costruttivo e affettuso del termine, vale a dire: sono felice che tu ci stia dimostrando che certe cose esistono e siano possibili.

Ti abbraccio forte Livy, e un augurone a tutta la tua nuova (e perché no, alla vecchia!) famiglia.

25 08 2009
Liviana

Grazie Diemme, è stata una fatica incredibile e probabilmente domani sarò morta, ma è stato un percorso bellissimo, proprio perchè non l’ho fatto da sola.
Posterò qualche foto, e ti farò ricredere sui gusti in fatto di arredamento vedrai! 🙂
Un bacio, L.

25 08 2009
Fra Puccino

Mi raccomando, Liviana, dai tanto calore al tuo arredamento, specie in camera da letto.
Te lo dico per esperienza, una casa troppo perfetta, se non ha calore, può essere pericolosa per l’amore.

Ma quel viola in camera da letto mi dice che sei sulla strada giusta 😉

27 08 2009
Liviana

Caro Fra’…. se ci sono io, non può fare freddo!! 😉

26 08 2009
Miss Francina

Ciao Livy….come sono andate le vacanze?? Spero benissimo 🙂
Che belloooo: hai traslocato nella tua nuova casa!!! Che emozione!!!!! Non vedo l’ora di vedere le foto che posterai 🙂
Ti abbraccio forte!
Fra

27 08 2009
Liviana

Spero di riuscire a rendere vivibile casa durante il prossimo weekend. E poi….. foto! Baci

26 08 2009
dawnofcthulhu

Livy, 10 + al viola in camera! Le volte in cui parlavo di arredamento con i miei amici e le mie amiche, ogni qualvolta osavo dire che avrei voluto la camera da letto viola la risposta era “viola????ma sei scema???è lugubre la camera viola!”
Invece no mia cara, il viola rappresenta davvero l’intimità e perchè no? anche la sensualità a 360 gradi.

Un abbraccio e in bocca al lupo per il nuovo capitolo che si sta aprendo!

27 08 2009
Liviana

Carissima Dawn, ti racconto un aneddoto. Quando ero giù dai miei, siamo andati in un negozio a comprare i tessuti per le tende. Quando ho chiesto qualcosa sul lilla/viola, la commessa stava per sentirsi male.
Intanto non capisco perchè su tutte le riviste di arredamento questi colori vanno fortissimo, mentre nei negozi di giù non ne hanno neppure per sbaglio un campione, mentre esibiscono con orgoglio tutti i gialli declinati nelle sfumature più obbrobiose….
E poi, il viola lugubre è proprio un’altra cosa! Faremo cambiare idea anche ai tuoi amici, oltre che a Diemme 🙂

26 08 2009
il leone

Visto da un punto di vista professionale ieri sera siamo stati proprio bravi, poco meno di due ore per un trasloco!!!
Tanto sudore e tante risate in un palazzo tutto per noi visto che non è ancora abitato da nessuno, un trasloco questa volta fatto non per soldi ma per amore, questi sono i gesti che ti possono far capire che sono sempre al tuo fianco… sempre lì quando ne avrai bisogno.
Un bambino che non rifiatava mai per tutta la gioia e la felicità che ha dentro di sè e vuole far sapere al mondo intero che la vita è bella…e allora su un altro pacco sulle spalle per tre piani infiniti fatti a piedi visto che quel maledetto ascensore non funziona ancora però cosciente che quel trasloco è il tuo!!!
Auguri per la tua nuova casa, la tua nuova reggia studiata, pensata e voluta con il cuore.

27 08 2009
Liviana

Ancora una volta ho avuto la conferma che sei ormai indispensabile per la mia vita….. senza te non so come avrei fatto. Mille volte grazie.
Un solo rammarico però. E’ vero che è casa mia, ma se tu lo vorrai sarà anche un po’ tua, dato che è insieme che l’abbiamo resa quello che è, e quello che sarà.
Ti lascio libera un’anta dell’armadio……del resto, te la sei meritata sul campo!! 🙂
Bacio, L.

27 08 2009
spora

Auguri!! Ma che bello!!

Consiglino: una busta piena di tappini per il dentifricio. Zitta e fidati 😀

PS: “Topa da biblioteca, ma pur sempre topa.” Amoti anch’io!

27 08 2009
Liviana

🙂 Tappini per il dentifricio?! Mi vengono in mente solo cose sconce perdincibacco!! 😉

27 08 2009
Diemme

A me non viene in mente niente! Aiutatemi…

5 09 2009
Giovanna Amoroso

Ciao Liviana,

anch’io presto dovrò affrontare un “biblico trasloco”…

Mi ha fatto molto piacere leggere questo tuo post!

P.S. Ho aggiunto il tuo link fra i miei “Compagni di blog”

A presto

Giovanna

7 09 2009
Liviana

In bocca al lupo per il trasloco, se vuoi ti mando i miei scaricatori di porto 🙂
Grazie per il link, un abbraccione….

8 09 2009
eppifemili

appena uscita da due traslochi.
di casa e di blog!

ciò ancora i capelli dritti.
Però…
TANTA SODDISFAZIONE!!
Spero sia la stessa cosa anche per te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: